fbpx
Giardinaggio indoor e outdoor

Pinetto da vaso: coltivare il pino del Norfolk

Il pinetto da vaso, conosciuto anche come pino dell’isola di Norfolk (Araucaria heterophylla) viene spesso coltivato come albero paesaggistico nei climi subtropicali del Nord America ma viene coltivato con successo. Crescendo fino a grandi altezze, ha un tronco dritto e rami piacevolmente simmetrici ricoperti di aghi corti e curvati verso l’interno. 

Un pino dell’isola di Norfolk può crescere fino a 60 metri di altezza all’aperto, mentre se coltivato in ambienti chiusi raggiunge un’altezza di massimo due metri e può anche essere coltivato come bonsai o come albero in miniatura.

Che venga coltivato all’aperto o all’interno, il pino della Norfolk ha bisogno di molta luce per prosperare.

Spesso il pino dell’isola di Norfolk, data la sua crescita lenta, viene spesso coltivato come pinetto da vaso e come albero di Natale. E se lo utilizzate come albero di Natale, finite le feste potete trattarlo come pianta con fogliame permanente in casa o piantarlo all’aperto quando farà un po’ più caldo in primavera.

pinetto in vasi

Nome comune Pino di Norfolk
Nome botanico Araucaria heterophylla
Famiglia Araucariaceae
Tipo di pianta Albero
Taglia matura 60 metri di altezza in natura, un paio di metri se coltivato in vaso
Esposizione al sole Completo, parziale
Tipo di terreno sabbioso
pH del terreno Acido
Facilità di coltivazione Media
Zona nativa Pacifico, Isola Norfolk

Cura del pinetto da vaso

I principali requisiti di cura per usare un pino dell’isola di Norfolk come pinetto da vaso sono abbastanza semplici:

  • Piantate in un luogo esposto al pieno sole
  • Annaffiate almeno ogni due settimane se coltivate in casa
  • Nebulizzate la pianta ogni giorno se è in vaso e al chiuso.
  • Mettete alla prova il pH del terreno ed eventualmente modificate per ottenere un terreno acido

I pini dell’isola di Norfolk sono in grado di crescere sia all’interno che all’esterno. Sebbene preferiscano specifiche condizioni di crescita, sono abbastanza tolleranti e possono prosperare in vari ambienti. Se state cercando di posizionare questa pianta dove crescerà meglio all’aperto, piantate questo albero in un terreno moderatamente umido, poroso e sabbioso in una posizione soleggiata. Una volta stabilito, tollererà condizioni piuttosto secche.

Se invece volete coltivare in casa un pinetto da vaso, usate un terriccio poroso, sabbioso e leggermente acido. L’aggiunta di ulteriore torba e sabbia a un impasto standard migliorerà l’acidità e la porosità. Mantenete il terreno umido ma non fradicio e date alla pianta quanta più luce possibile: cresce in pieno sole o con luce intensa e indiretta, quindi è molto importante la vicinanza a una finestra esposta a sud.

Esposizione per un pinetto da vaso

Il pino dell’isola di Norfolk ha bisogno del sole, preferendo proprio il pieno sole quando possibile. Può anche  sopportare periodi relativamente lunghi in condizioni di scarsa luminosità ma non troppo. Pertanto, potete tenere la pianta in vaso in casa durante l’inverno e poi spostarla in un luogo soleggiato all’aperto quando arriva l’estate.

Se la pianta inizia ad allungarsi mentre cresce dentro casa, è probabile che la combinazione di scarsa luce e fertilizzante pesante stia causando una crescita troppo leggiadra. In tal caso, riducete il fertilizzante finché la pianta non avrà più accesso alla luce solare. È utile anche girarla frequentemente, in modo che ogni lato riceva la stessa luce.

Condizione ideali del suolo

Piantate in terreno ricco, sabbioso e acido. Queste sono piante acidofile, che preferiscono un pH compreso tra 4,5 e 5,5. Potete controllare il pH del tuo terreno con un test facile da eseguire, anche acquistando un kit casalingo.

Acqua e irrigazione

Un pinetto in vaso va annaffiato regolarmente, anche se in qualche modo è resistente alla siccità. Questo significa annaffiare la pianta una volta ogni una o due settimane finché l’acqua in eccesso non inizia a fuoriuscire dal fondo del vaso. Gli alberi all’aperto invece preferiscono che il terreno rimanga un po’ umido.

Gestire la temperatura e l’umidità

Poiché sono originari del Pacifico meridionale, i pini dell’isola di Norfolk preferiscono climi più caldi e umidi. Possono sopravvivere brevemente a temperature più fredde e più calde, ma possono morire se le temperature vanno sotto zero.

A voler essere proprio precisi, potete utilizzare un umidificatore per aumentare il livello di umidità intorno alla pianta.

Fertilizzante

Nutrite il pinetto in vaso con un fertilizzante liquido debole durante tutta la stagione di crescita, anche se è meglio sospendere la concimazione nei periodi di scarsa illuminazione. Una formulazione 20-20-20 funzionerà bene, ma per aggiungere l’acidità tanto apprezzata dal pino dell’isola di Norfolk, potete cercare fertilizzanti proprietari formulati appositamente per conifere o azalee.

I pini dell’isola di Norfolk, in particolare gli alberi più giovani, hanno un apparato radicale notoriamente debole. Per rafforzare le loro radici, assicuratevi di fornire fertilizzante regolare e non esitate a picchettare il tuo albero se ha bisogno di supporto.

Varietà di pini dell’isola di Norfolk da usare come pinetto in vaso

Sul mercato esiste una sola varietà di pino dell’isola di Norfolk: l’Araucaria heterophylla. Questa pianta non ha cultivar o varietà denominate. A volte compaiono in commercio altre specie di questa famiglia, etichettate erroneamente come pianta originale. Queste includono A. columnaris , A. araucana e A. bidwillii. Se dovesse capitarvi di venderne una, la pianta non è la stessa ma i requisiti culturali sono simili.

Potatura di un pinetto in vaso

Rimuovete i rami inferiori morti: un problema comune con gli esemplari indoor. Di solito non è consigliabile tagliare la parte superiore dell’albero, ma se l’albero in vaso diventa troppo grande per il suo spazio, tagliate la parte centrale; questo farà sì che l’albero si ramifichi da quel punto e, anche se la pianta perderà il classico aspetto sempreverde, la potatura di solito non influisce sulla salute dell’albero.

Rimuovete i rami morti e malati dagli alberi coltivati ​​all’aperto, ma a parte questo, non è necessaria alcuna potatura di routine.

pinetto in vaso

Come coltivare un pinetto da vaso a partire dal seme

Il pino dell’isola di Norfolk si propaga meglio per seme. I semi devono essere posizionati piatti sul mezzo di germinazione, come un mix umido, torboso e sabbioso, senza copertura. Nebulizzate leggermente o coprite il seme per favorire la germinazione. Il livello di luce suggerito per la propagazione è luminoso, luce indiretta o, se all’aperto, sole parziale, con solo tre o quattro ore di sole diretto. Una radice a fittone e una crescita superiore sono segni che il seme è germinato. Mantienete le piantine mediamente umide, ma non bagnate e inzuppate.

Non tentate di propagare un pino dell’isola di Norfolk prendendo un taglio; non è consigliabile poiché la nuova crescita non ricresce al suo posto come le altre piante. Questo albero si propaga per seme e germina rapidamente (da 10 a 15 giorni). 

Invasatura e rinvaso di un pinetto da vaso

La pianta deve essere rinvasata solo quando è legata alle radici o le radici iniziano a fuoriuscire dal foro di drenaggio. I giovani pini di Norfolk non crescono molto velocemente, quindi potrebbe essere possibile rinvasare l’albero ogni due anni invece che ogni anno. Man mano che la pianta matura, inizierà a crescere più velocemente.

Rinvasate in primavera e, se la tua pianta ha raggiunto una dimensione maggiore, assicuratevi di utilizzare un vaso di qualsiasi materiale con molti oggetti pesanti nella miscela, come sabbia da vaso, per fornire abbastanza peso per mantenere la pianta verticale. Funzionerà meglio con un impasto torboso e sabbioso leggermente acido. Assicuratevi che il vaso sia solo un paio di centimetri più grande di quello da cui proviene la pianta e che abbia molti fori di drenaggio.

Svernamento di un pinetto da vaso

I pini della Norfolk amano il clima caldo e non tollerano temperature inferiori allo zero. Quando si trova ad affrontare il gelo, la pianta inizierà a ingiallire e morire.

Tenete il pinetto in vaso lontano dalle correnti d’aria. Posizionatelo in una stanza con elevata umidità (difficile da fare in una casa asciutta durante l’inverno) e piena luce solare. Annaffiate solo quando la superficie del terreno è asciutta al tatto.

Parassiti comuni e malattie di cui potrebbe soffrire un pinetto in vaso

I pini dell’isola di Norfolk sono vulnerabili ai parassiti tra cui afidi, cocciniglie, cocciniglie, acari e mosche bianche. Se possibile, identificate l’infestazione il prima possibile e trattatela con l’opzione meno tossica. Un pino del Norfolk può anche sviluppare una malattia fungina dovuta all’irrigazione eccessiva, come l’antracnosi, che può far diventare gialle o marroni intere sezioni dell’albero e quindi causare la morte della pianta.

Da tenere sempre sotto controllo il colore degli aghi: diventeranno di colori diversi per avvisarvi di un problema. Per esempio:

  • Aghi che diventano marroni.

L’albero non può tollerare il freddo, ma non può nemmeno tollerare il caldo estremo. Ampie variazioni di temperatura possono far scurire gli aghi. Gli aghi marroni possono anche indicare che la pianta è stata annaffiata eccessivamente.

  • Aghi che diventano gialli.

Se gli aghi diventano gialli, l’albero potrebbe non ricevere abbastanza luce solare. Oppure potrebbe ricevere troppa luce. Anche i cambiamenti estremi di temperatura possono essere la causa dell’ingiallimento degli aghi.

  • Caduta degli aghi.

Gli aghi cadranno per due motivi: il pinetto è stato annaffiato eccessivamente o non ha ricevuto abbastanza luce.

Pinetto in vaso: FAQ

  • I pini dell’isola di Norfolk sono facili da curare?

    I pini dell’isola di Norfolk sono facili da curare sia all’interno che all’esterno, purché godano di sufficiente umidità.

  • Il pinetto in vaso può stare all’esterno?

    Un pino della Norfolk può uscire se le condizioni sono giuste. Non può sopravvivere a temperature inferiori a a zero gradi. Tuttavia, non prospererà a temperature inferiori a 18 gradi, preferendo quindi le temperature calde e umide del suo habitat nativo.

  • Dove si posiziona un pinetto in vaso dentro casa?

    In un luogo che riceva condizioni luminose e soleggiate e lontano da correnti d’aria fredde che potrebbero esporlo al freddo invernale. Se l’area è soggetta a condizioni che potrebbero farlo seccare prematuramente (prese d’aria e riscaldamento), potreste prendere in considerazione l’utilizzo di un umidificatore per mantenere umidi gli aghi della pianta.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio