fbpx Skip to main content

Oltre alla sua coltivazione industriale per il consumo dei frutti, nonché per le diverse proprietà medicinali, la pianta del melograno è da sempre utilizzata come pianta ornamentale a scopo decorativo, sia per via del fogliame che della colorazione e forma dei frutti, sia per i bellissimi fiori che produce.

Il melograno è una delle piante da frutto più belle e al contempo semplici da coltivare, in grado di contribuire all’estetica del giardino, piuttosto che del balcone o della terrazza.

coltivare il melograno in vaso

L’unico limite alla sua coltivazione è il clima della zona del quale di desidera far crescere questa specie; esistono, infatti, molte varietà differenti di melograno, ognuna delle quali necessità di un clima specifico.

Come coltivare il melograno in vaso

Selezionando la varietà adatta alla zona climatica di residenza è possibile ottenere una pianta sana, rigogliosa e bellissima in poche semplici mosse. Ai fini di non optare per la qualità sbagliata è bene rivolgersi ad un garden center e farsi indicare la varietà ideale; è possibile acquistare anche le varietà nane, perfette per essere coltivate in vaso. La varietà nana cresce in modo compatto e ha una densa fioritura che la rende davvero molto bella.

Come abbiamo detto la coltivazione del melograno non comporta grandi lavori e risulta semplice sia la crescita a terra che quella in contenitori; si tratta di una pianta resistente, che necessita unicamente di piccoli accorgimenti per svilupparsi al meglio.

Il terreno

Per una crescita ottimale del melograno, il terreno deve essere compatto e ben drenato composto da una parte di argilla, limo e sabbia e ricco di humus.

La posizione

coltivare il melograno in vaso

La pianta del melograno necessita di una posizione molto soleggiata, per questo motivo è necessario selezionare la zona del giardino o del balcone più esposta alla luce del sole; nel caso non abbiate a disposizione un orientamento favorevole sappiate che la fioritura, e di conseguenza la produzione dei frutti, potrebbe risultare compromessa.

Quando le temperature diventano troppo basse, soprattutto se viviamo in luoghi con inverni lunghi e molto freddi, è necessario spostare la pianta all’interno o proteggerla al meglio coprendola con teli da giardinaggio.

L’irrigazione

coltivare il melograno in vaso

La pianta del melograno non ama gradi quantità di acqua e non tollera i ristagni idrici a livello radicale; sarà sufficiente annaffiarla una volta alla settimana nel periodi più caldi.

La potatura

La potatura è fondamentale per dare la forma desiderata alla nostra pianta di melograno.

Il momento migliore per potarla è la fine dell’inverno, quando sarà terminato il periodo delle gelate; andranno recisi di rami secchi e quelli deboli, ma anche quelli che saranno cresciuti troppo andando così ad aumentare la produzione di fiori e frutti.