fbpx
Coltivare l'Orto

Come coltivare i pomodori San Marzano

Grande orgoglio italiano e conosciuti anche all’estero, i pomodori San Marzano possono essere facilmente identificati dalla loro forma oblunga e dalle estremità appuntite. A volte vengono chiamati “pomodori alla salsa San Marzano”, perché sono carnosi e hanno meno semi rispetto ad altri tipi di pomodoro. Forte e dal sapore dolce e meno acido, questo pomodoro vecchio stile è ottimo anche come spuntino, con i suoi frutti che crescono in grappoli da 6 a 8, ciascuno lungo circa 10 cm. Per coltivarli potete acquistare una pianta da un garden center locale oppure, se svolete iniziare le piantine, potete seminare i semi circa 8 settimane prima dell’ultima data di gelo e un po’ prima degli altri pomodori, perché i San Marzano hanno bisogno di circa 85 giorni per maturare sulle loro viti, che possono raggiungere un’altezza di 2 metri.

Il pomodoro San Marzano è una varietà di pomodoro molto particolare e apprezzata per le sue caratteristiche uniche. Questo pomodoro, originario della città di San Marzano sul Sarno, ha una forma allungata e un colore intenso che varia dal rosso al giallo-arancio.

Una delle peculiarità principali del pomodoro San Marzano è la sua polpa densa e carnosa. Questo rende il frutto perfetto per la produzione di passate, salse e conserve. La polpa ha anche una consistenza morbida e un sapore dolce, con una nota leggermente acidula che lo rende molto gustoso.

Un’altra caratteristica distintiva del pomodoro San Marzano è il suo basso contenuto di semi e acqua. Questo fa sì che sia molto concentrato in sapori e nutrienti, fornendo un gusto intenso e autentico a qualsiasi piatto in cui viene utilizzato. Inoltre, questa caratteristica lo rende ideale per essere utilizzato come base per zuppe e minestre.

Il pomodoro San Marzano è anche noto per la sua resistenza alle malattie e alle condizioni atmosferiche avverse. Questo lo rende una scelta affidabile per i coltivatori che desiderano ottenere una buona produzione senza dover affrontare problemi o perdite causati da malattie o eventi climatici estremi.

La popolarità del pomodoro San Marzano non si limita solo all’Italia, ma si è diffusa in tutto il mondo grazie alla sua eccellenza culinaria. Il suo sapore unico e la sua versatilità lo rendono un ingrediente prezioso che può arricchire qualsiasi piatto.

Pomodoro San Marzano

Nome comune Pomodoro San Marzano
Nomi botanici Lycopersicon esculentum ‘ San Marzano’
Famiglia Solanacee
Tipo di pianta Pianta da orto annuale
Dimensioni Fino a due metri di altezza
Esposizione al sole Pieno sole
Tipo di terreno Biologico, ben drenante
pH del terreno Da acido a neutro
Tempo di fioritura Estate
Difficoltà di coltivazione bassa
Zona nativa Europa

 

Come piantare il pomodoro San Marzano

Trapiantate le piantine di pomodoro San Marzano quando sono alte circa 15 cm. Sistematele in una buca larga il doppio e alla stessa altezza della pianta. Mettete poi almeno due terzi del gambo della piantina sotto terra e coprite. Per una crescita più forte, scavate una buca e sistemate al suo interno la pianta lateralmente, posizionando la punta sopra la superficie del terreno. Quindi riempite la buca con la terra e comprimete il terreno. Annaffiate e man mano che ogni pianta diventa più alta, legate i rami con lo spago.

Cura delle piante di pomodoro San Marzano

Posizionate le piante di pomodoro San Marzano vicino a un muro o a una recinzione oppure offrite loro un paletto o una gabbia resistente per un supporto extra. È meglio farlo il prima possibile mentre le radici sono piccole. Altrimenti, potreste disturbare il fogliame in crescita. La maggior parte dei pomodori San Marzano diventeranno piuttosto grandi, quindi le tipiche gabbie per pomodori potrebbero essere troppo piccole o non abbastanza di supporto. Se scegliete di seguire il percorso di una gabbia per pomodori, sceglietene una molto alta e fatta di filo spesso per sostenere l’abbondante raccolto che la pianta produrrà.

Esposizione ideale per i pomodori San Marzano

I pomodori San Marzano preferiscono il pieno sole, come tutte le piante di pomodoro. Piantateli in un luogo che riceva almeno 6-8 ore di luce solare al giorno.

Il suolo migliore per i pomodori San Marzano

Per creare un terreno ricco per le piante di pomodoro San Marzano, mescola 1/3 di materia organica e 2/3 di terreno organico di alta qualità, oppure mescolate insieme 1/2 terreno superficiale regolare e 1/2 materia organica come torba, letame o compost. Mantenete un pH del terreno tra 5,8 e 7. Se necessario, aumentate il livello del pH oppure abbassatelo con materia organica.

Irrigazione dei pomodori San Marzano

Le piante di pomodoro amano essere costantemente umide. Non lasciate che il terreno si asciughi completamente ma mantenetelo sempre ben idratato.

Fertilizzante

Entro due settimane dalla semina, utilizzate un fertilizzante 5-10-10, a basso contenuto di azoto, per concimare il fogliame a sufficienza e per mantenere la pianta sana e concentrare la nutrizione sui frutti. Utilizzate un fertilizzante idrosolubile per i pomodori coltivati ​​in vaso.

Umidità e temperatura ideale per i pomodori San Marzano

Coltivate i pomodori San Marzano all’aperto a temperature comprese tra 10 e 20 gradi e in un terreno di almeno 15 gradi. Non trapiantate piantine o piante giovani in un terreno troppo freddo, poiché la loro crescita potrebbe essere arrestata dallo shock termico.

Pomodori San Marzano

Varietà di pomodoro San Marzano

Esistono diversi tipi di pomodori San Marzano, ognuno con caratteristiche uniche che li distinguono dagli altri. Alcuni dei tipi più comuni includono:

  • San Marzano Redorta: Questo è uno dei tipi più diffusi di pomodori San Marzano. Ha una forma allungata e una pelle liscia di colore rosso brillante. Il suo sapore dolce e intenso lo rende ideale per la preparazione di sughi e passate.
  • San Marzano Lungo: Come suggerisce il nome, questo tipo di pomodoro ha una forma allungata e stretta. La sua polpa densa e il gusto equilibrato lo rendono perfetto per le conserve e le salse.
  • San Marzano 2: questo tipo di pomodoro è leggermente più piccolo rispetto agli altri, ma ha comunque un sapore intenso e una polpa succosa. È spesso utilizzato per preparare salse per la pizza o per condire insalate.
  •  San Marzano Nano: Questa varietà di pomodoro è caratterizzata da frutti piccoli e rotondi. Ha un gusto dolce e delicato ed è ideale per essere consumato fresco o utilizzato in insalate.

Oltre a questi, ci sono anche altri tipi di pomodori San Marzano meno comuni ma altrettanto deliziosi. Ad esempio, il San Marzano Gigante è un tipo di pomodoro molto grande che può raggiungere dimensioni notevoli e ha un sapore intenso. Il San Marzano Selvatico, invece, è una varietà selvatica che cresce spontaneamente in alcune regioni dell’Italia meridionale.

Il raccolto dei pomodori

La maggior parte dei pomodori San Marzano maturerà tra 78 e 85 giorni dopo il trapianto. Quando un frutto è grosso ed è ancora un po’ verde e giallastro, è già pronto per la raccolta. Come gli altri pomodori, possono continuare a maturare anche dopo la raccolta, oppure possono maturare completamente sulla pianta. Torcete delicatamente il gambo o utilizzare le forbici per raccogliere: se raccogli un pomodoro troppo presto mentre è ancora molto verde, conservatelo in un sacchetto di carta e lasciatelo maturare per qualche giorno.

Potatura dei pomodori San Marzano

Quando la pianta raggiunge un’altezza di circa circa 90 cm, iniziate a potare i polloni. Questo segnalerà alla pianta di inviare zuccheri e sostanze nutritive dove sono più necessari.

Come coltivare i pomodori San Marzano dai semi

Scegliete un terriccio ricco per la semina. Riempite un secchio con il terreno, quindi annaffiate lentamente e mescolate l’acqua. Lasciate che il terreno diventi umido, ma non fradicio. Distribuite il terreno nei vassoi delle piantine e compattatelo con la punta delle dita. Seminate un seme sopra ogni cella, quindi cospargete un po’ più di terra per coprire i semi. Utilizzate una bottiglia spray d’acqua sul terreno per mantenere umida la superficie; questo strato superiore di umidità manterrà livelli elevati, mentre i centimetri inferiori di terreno già umido incoraggeranno il seme a germogliare. Altri modi per mantenere l’umidità e un livello elevato di umidità sono coprire i vassoi con pellicola trasparente, utilizzare un tappetino riscaldante e posizionare un vassoio sotto per riempire regolarmente l’acqua. Posizionate i semi alla luce diretta del sole vicino a una finestra esposta a sud o sotto una luce crescente.

Quando sarà apparsa una buona serie di foglie vere, la piantina sarà pronta per essere trapiantata in un vaso da 10 cm. Riempite 1/3 del vaso con la terra, quindi coprite la piantina con la terra in modo che le foglie siano 1 cm sotto la parte superiore del vaso. Pressate il terreno con le dita e man mano che le piantine crescono, annaffiatele ogni volta che il primo centimetro di terreno si asciuga.

A seconda delle date del gelo di ogni zona, è probabile che possiate iniziare con la transizione delle piantine ad aprile o all’inizio di maggio. Mettete le piante al sole per alcune ore durante le ore più calde della giornata e assicuratevi che non brucino e non si danneggino.

Parassiti e malattie delle piante comuni

In generale, i pomodori San Marzano sono esenti da molti parassiti. Se arrivano parassiti come gli afidi, usate acqua calda o le apposite strisce adesive per gestirli. Una malattia da tenere d’occhio è il marciume apicale, causato dalla mancanza di calcio nel frutto. Per prevenire questa condizione vi basterà aggiungere gusci d’uovo schiacciati o calce al terreno.

 

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio